Consultori cantonali

La legge sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981 impone ai cantoni di istituire e gestire punti di contatto cantonali. Hanno il ruolo di fornire alle vittime e alle persone interessate il sostegno in cooperazione con le archivi cantonali al fine di ricostruire la loro storia. Gli interessati possono in principio rivolgersi al consultorio cantonale di loro scelta (di solito al punto di contatto del Cantone di domicilio).

I compiti dei consultori cantonali comprendono:

  • consulenza e aiuto alle persone oggetto di misure sotto forma di aiuti d'emergenza o di assistenza a lungo termine ai sensi della legge sull'assistenza alle vittime (OHG).
  • sostegno nel cercare e consultare atti in collaborazione con gli archivi

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 07.01.2019