Prescrizione dei reati sessuali commessi su fanciulli

L'avamprogetto presenta da una parte una modifica della prescrizione dei reati sessuali commessi su fanciulli minori di 16 anni e dall'altra prevede la punibilità del possesso di pornografia dura.

Cos’è stato fatto finora?

Dopo l'entrata in vigore, nel 1992, della revisione del diritto penale sui reati sessuali, si è rafforzata nella coscienza pubblica la consapevolezza che molte vittime di abusi sessuali sono in condizione di presentare denuncia penale soltanto anni dopo i fatti. Dato che i fanciulli spesso rimuovono gli atti sessuali cui sono stati costretti oppure tacciono per lungo tempo a causa delle minacce dell'autore, il termine di prescrizione vigente di 10 anni può essere considerato troppo corto. Per questo motivo, un postulato delle due Camere ha dato l'incarico al Consiglio federale di elaborare un modello di prescrizione, giusta il quale il perseguimento penale degli atti sessuali con fanciulli minori di 16 anni sarebbe sospeso fino al compimento dei 18 anni della vittima.

L'acquisto, il possesso e il procurarsi pornografia dura per uso proprio non sono punibili secondo il diritto vigente. La mozione Béguin adottata dalle due Camere incarica il Consiglio federale di colmare questa lacuna. Il Consiglio federale ritiene che nella presente revisione dovrebbe essere compreso anche l'articolo 135 CPS, secondo cui è punita la rappresentazione di atti di cruda violenza. Se il possesso di pornografia dura sarà dichiarato punibile, dovrà esserlo anche la rappresentazione di atti di cruda violenza, poiché in entrambi i casi è violata in modo analogamente grave la dignità umana.

Le tappe preliminari

  • Il 26 agosto 1998, il Consiglio federale pone in procedura di consultazione gli avamprogetti e il rapporto esplicativo sulla modifica del Codice penale svizzero e del Codice militare svizzero concernente i reati contro l’integrità sessuale (comunicato per i media in tedesco o francese).
  • L' 8 settembre 1999, il Consiglio federale prende conoscenza dei risultati della
    consultazione e incarica il DFGP di preparare un pertinente messaggio (comunicato per i media).
  • Il 10 maggio 2000, il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente la modifica del Codice penale svizzero e del Codice penale militare (reati contro l'integrità sessuale / prescrizione in caso di reati sessuali commessi su fanciulli e divieto del possesso di pornografia dura) (comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari (00.041)
    Documento in tedesco
    Documento in francese
     
  • Iniziativa parlamentare "Prescrizione dell’azione penale – adattamento di disposizioni del Codice penale e del Codice penale militare al nuovo diritto di prescrizione" del 16 novembre 2001
     
  • Deliberazioni parlamentari (01.457)
    Documento in tedesco
    Documento in francese
     
  • Il Consiglio federale pone in vigore per il 1° aprile 2002 il divieto del possesso di pornografia dura (comunicato per i media).
  • Il Consiglio federale pone in vigore per il 1° ottobre 2002 la nuova regolamentazione semplificata concernente la prescrizione di tutti i reati (comunicato per i media).

Documentazione

Deliberazioni parlamentari

  • 96.3650

    Motion Béguin: Strafbarkeit von Besitzern verbotener pornografischer Gegenstände und Vorführungen<br>Motion Béguin: Punissabilité du détenteur d'objets ou de représentations pornographiques prohibés<br>(Questo documento non è disponibile in italiano)

  • 96.3004

    Postulato della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale: prescrizione dei reati sessuali commessi su fanciulli<br>(Questo documento non è disponibile in italiano)

Procedura di consultazione

Iniziativa parlamentare

"Prescrizione dell’azione penale – adattamento di disposizioni del Codice penale e del Codice penale militare al nuovo diritto di prescrizione"

Testo sottoposto al referendum del 22 marzo 2002

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 17.09.2002

Contatto

Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 41 19
Contatto