Riforma dei diritti popolari

Parole chiave: Diritti popolari

Di che si tratta ?

Gli sforzi per una revisione dei diritti popolari risalgono alla riforma della Costituzione federale. Il progetto del Consiglio federale concernente una revisione totale fallì davanti al Parlamento in ragione del proposto aumento del numero di firme necessarie per lanciare iniziative e referendum. Il Parlamento riprese le proposte del Consiglio federale suscettibili di raccogliere una maggioranza di voti e preparò un pacchetto con due riforme: l'introduzione dell'iniziativa popolare generica e l'estensione del referendum in materia di trattati internazionali. Quest’ultimo è entrato in vigore nel 2003, mentre nell’applicazione della norma costituzionale sull’introduzione dell’iniziativa popolare generica sono sorte delle difficoltà.

Cos’è stato fatto finora?

  • Nel messaggio del 20 novembre 1996 concernente la riforma della Costituzione federale, il Consiglio federale presenta anche un disegno di riforma dei diritti popolari che tuttavia nell’estate del 1999 è respinto da entrambe le Camere nell’ambito del dibattito d’entrata in materia. Il fallimento del disegno è segnatamente dovuto al fatto che vi si prevedeva di legare l’introduzione di nuovi strumenti di democrazia diretta a un aumento del numero di firme necessario per presentare un’iniziativa popolare. 
  • Il 30 agosto 1999, il Consiglio degli Stati decide di dar seguito all'iniziativa parlamentare depositata dalla sua Commissione della revisione costituzionale che chiede che le proposte del Consiglio federale suscettibili di ottenere il consenso della maggioranza siano recepite in un nuovo testo al fine di sanare alcuni vizi della normativa vigente in materia di diritti popolari.  
  • Nel suo parere del 15 giugno 2001 il Consiglio federale appoggia il nuovo tentativo da parte del Parlamento di sopprimere le lacune nei diritti popolari.(comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari (99.436)
    Documento in tedesco
    Documento in francese
     
  • Votazione popolare del 9 febbraio 2003
    Spiegazioni del Consiglio federale

    Conferenza per i media del 20 dicembre 2002
    Spiegazioni del Consiglio federale
    Discorso della consigliera federale Ruth Metzler-Arnold
    Comunicato per i media
     
    Risultato della votazione popolare
    Dichiarazione della consigliera federale Ruth Metzler-Arnold
     
  • Quale prima tappa della revisione dei diritti popolari, il 1°agosto 2003 entra in vigore l’estensione del referendum in materia di diritto internazionale. Sottostanno al referendum i trattati indenunciabili, i trattati che prevedono l’adesione a un’organizzazione internazionale o che comprendono disposizioni importanti che contengono norme di diritto o per l’attuazione dei quali è necessaria l’emanazione di leggi federali.
     
  • Il 19 novembre 2004, la Cancelleria federale pone in consultazione l'avamprogetto di legge federale sull’introduzione dell’iniziativa popolare generica (comunicato per i media).  
  • Il 10 giugno 2005 il Consiglio federale prende conoscenza dei risultati della procedura di consultazione concernente la legge federale sull’introduzione dell’iniziativa popolare generica e la revisione della legislazione federale sui diritti politici e stabilisce come procedere ulteriormente (comunicato per i media).
  • Il 31 maggio 2006 il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente una riforma dei diritti popolari che porta sull’introduzione dell’iniziativa popolare generica (comunicato per i media).
      
  • Deliberazioni parlamentari (06.053)
    Il Parlamento non entra nel merito del disegno di legge sull’introduzione dell’iniziativa popolare generica perché lo ritiene troppo complesso, poco chiaro e non applicabile nella prassi.
      
  • Il 31 agosto 2007 la Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale presenta un disegno di rinuncia all’introduzione dell’iniziativa popolare generica (comunicato per i media).
  • Nel suo parere del 16 aprile 2008 il Consiglio federale si unisce alle richieste della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale (comunicato per i media).
  • Il 19 dicembre 2008, il Parlamento adotta il decreto federale concernente la rinuncia all'introduzione dell'iniziativa popolare generica (06.458).
  • Votazione popolare del 27 settembre 2009
    Spiegazioni del Consiglio federale 
    Risultato della votazione popolare 

Documentazione

Messaggio e progetto

Deliberazioni parlamentari (1999)

Riforma della Costituzione federale: dibattito d’entrata in materia

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 19.12.2008

Contatto

Monique Cossali Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 47 89
Contatto