Minareti

Parole chiave: Religione

Iniziativa popolare "Contro l’edificazione di minareti"

Di che cosa si tratta?

Il 29 novembre 2009 Popolo e Cantoni hanno accolto l’iniziativa popolare "Contro l’edificazione di minareti". Hanno dunque approvato la nuova disposizione costituzionale "L’edificazione di minareti è vietata" (art. 72 cpv. 3 Cost.), che è entrata immediatamente in vigore. I quattro minareti esistenti di Zurigo, Ginevra, Winterthur e Wangen non sono oggetto della disposizione.

Cos’è stato fatto finora?

  • L’8 luglio 2008 un gruppo di cittadini e cittadine deposita l’iniziativa popolare "Contro l’edificazione di minareti" presso la Cancelleria federale, con 113 540 firme valide. L’iniziativa chiede di iscrivere nella Costituzione federale il divieto di costruire minareti.
  • Nel messaggio approvato il 27 agosto 2008 Il Consiglio federale propone al Parlamento di sottoporre l’iniziativa al voto del Popolo senza controprogetto, raccomandando di respingerla (comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari (08.061)
     
  • Il 12 giugno 2009 il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati approvano il decreto federale e raccomandano di respingere l’iniziativa
     
  • Votazione popolare del 29 novembre 2009
    Spiegazioni del Consiglio federale

    Conferenza per i media del 15 ottobre 2009
    Discorso della consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf
    Discorso del presidente del Consiglio svizzero delle religioni Thomas Wipf
    Discorso del consigliere di Stato Jean Studer
    Comunicato per i media 
     
  • Il 29 novembre 2009 la maggioranza dei cittadini svizzeri e dei Cantoni approva l'iniziativa popolare "Contro l'edificazione di minareti" (comunicato per i media).
    Dichiarazione della consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf
    Risultato della votazione
  • A maggio 2010 la Corte europea dei diritti dell’uomo (Corte EDU) ha sottoposto alla Svizzera, per parere sulla ricevibilità e sul merito, due ricorsi contro il divieto di edificare minareti.
  • Nel suo parere del 15 settembre 2010 il rappresentante del Governo svizzero ha chiesto alla Corte EDU di dichiarare irricevibili i due ricorsi, adducendo essenzialmente che i ricorrenti non sono vittime di una violazione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU), poiché non è stata respinta loro nessuna richiesta di edificare minareti. In caso di reiezione di una tale richiesta, i ricorrenti disporrebbero di rimedi giuridici nazionali, che devono essere esauriti prima di poter sottoporre la questione alla Corte di Strasburgo.
  • Nelle sue decisioni del 28 giugno 2011 la Corte EDU dichiara irricevibili i due ricorsi contro il divieto di edificare minareti (comunicato per i media).

Documentazione

Iniziativa popolare

Iniziativa popolare "Contro l’edificazione di minareti"

Parere

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 15.09.2010

Contatto

Marc Schinzel Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 35 41
Contatto
Simone Füzesséry Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 47 59
Contatto