Nuove proposte di riforma della direzione dello Stato

Berna. Il Consiglio federale intende perseguire nella riforma della direzione dello Stato. In una discussione di principio tenutasi mercoledì è giunto alla conclusione che la riforma è necessaria. Ha pertanto incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di preparare entro la prossima primavera, in collaborazione con la Cancelleria federale, un messaggio aggiuntivo concernente la riforma della direzione dello Stato.

Il Consiglio federale è l’unico organo della Confederazione rimasto essenzialmente invariato dal 1848, data di costituzione dello Stato federale. La necessità di una riforma, soprattutto nella direzione politica del Consiglio federale come organo collegiale, risulta da diversi fattori: l’ampliamento dei compiti statali, il trasferimento di competenze alla Confederazione, la velocizzazione dei processi decisionali, l’aumento delle implicazioni internazionali e della pressione da parte dei media, la composizione più varia del Consiglio federale sotto il profilo partitico.

Il messaggio aggiuntivo presenterà proposte di riforma che nella maggior parte dei casi non necessitano di notevoli cambiamenti istituzionali e che sono quindi applicabili nell’ambito dell’ordinamento costituzionale vigente. In particolare, il Consiglio federale intende verificare la possibilità di introdurre provvedimenti per rafforzare l’attività del Governo: entrano in linea di conto più frequenti discussioni di principio e scambi di idee su temi importanti, una strutturazione più flessibile delle sedute del Consiglio federale nonché una semplificazione delle stesse attraverso un aumento delle decisioni scritte in caso di affari che non necessitano di discussioni. S’intende inoltre verificare in che misura il Consiglio federale possa farsi rappresentare maggiormente nella fase parlamentare.

Viene infine analizzata la possibilità di prolungare la durata del mandato del Presidente della Confederazione e anche di collegare la presidenza con la direzione del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Un prolungamento del mandato del Presidente della Confederazione comporterebbe una modifica della Costituzione federale.

Con il messaggio aggiuntivo, il Consiglio federale adempie l’incarico del Parlamento, che nel 2004, con il rinvio del progetto di riforma della direzione dello Stato, aveva invitato il Consiglio federale a presentare nuove proposte di riforma.

Ultima modifica 27.08.2009

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di giustizia
Servizio stampa
Bundesrain 20
CH-3003 Berna
T +41 58 462 48 48

Stampare contatto

https://www.rhf.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2009/2009-08-27.html