Commissione federale delle case da gioco

Apparecchi automatici da gioco Tactilo: la CFCG ha deciso di adire il Tribunale federale

Comunicati, CFCG, 01.03.2010

Berna. Nel dicembre 2006 la Commissione federale delle case da gioco (CFCG) decideva di vietare l’esercizio degli apparecchi automatici da gioco Tactilo. Tale decisione è stata impugnata dalle società che organizzano lotterie e dai Cantoni. Nel gennaio 2010 il Tribunale amministrativo federale ha accolto i loro ricorsi e annullato la decisione della CFCG. Quest’ultima ha ora deciso di impugnare tale sentenza dinanzi al Tribunale federale.

Da molti anni l’ammissibilità degli apparecchi automatici da gioco Tactilo impiegati in Romandia è controversa. Nell’estate 2004, dopo la notizia che l’esercizio di apparecchi simili era previsto anche nella Svizzera tedesca e in Ticino, la CFCG aveva impedito la prevista estensione dell’offerta mediante una decisione provvisoria. Tale decisione è stata in seguito confermata dal Tribunale federale. Nel dicembre 2006 la CFCG sostituiva la sua decisione provvisoria con una definitiva nella quale subordinava gli apparecchi Tactilo alla legge sulle case da gioco (LCG) e vietava il loro impiego fuori dalle case da gioco. Determinante per prendere tale decisione è stato che questi apparecchi da gioco per quanto concerne perdite e vincite potenziali, velocità di gioco nonché aspetto esteriore sono paragonabili agli apparecchi automatici da gioco ai sensi della LCG. Inoltre la CFCG, riferendosi alla genesi della LCG, ha evidenziato che il legislatore intendeva sottoporre tali apparecchi allo stesso regime applicabile agli altri apparecchi automatici in uso nelle case da gioco.

Le società che organizzano lotterie e i Cantoni hanno impugnato con successo la decisione della CFCG dinanzi al Tribunale amministrativo federale. Dopo attenta analisi della sentenza, la CFCG ha ora deciso di adire il Tribunale federale. Intende così fare in modo che in Svizzera si applichino principi uniformi e norme legali coerenti ai giochi d’azzardo effettuati con gli apparecchi automatici. Con la LCG, entrata in vigore nel 2000, si volevano giustappunto bandire gli apparecchi automatici per giochi di destrezza – rivelatisi veri e propri apparecchi automatici per i giochi d’azzardo - particolarmente aggressivi e molto diffusi negli anni Novanta nei ristoranti e bar, poiché non è possibile garantirvi una protezione sociale efficace. Se la decisione del Tribunale amministrativo federale passasse in giudicato, in futuro non si potrebbe escludere che apparecchi simili facciano nuovamente la loro apparizione negli esercizi pubblici di tutta la Svizzera, vanificando uno dei principali scopo della legge sulle case da gioco.

Come noto nel maggio del 2004 il Consiglio federale aveva deciso di sospendere temporaneamente i lavori di revisione della legge sulle lotterie e lasciare ai tribunali la decisione sull’ammissibilità degli apparecchi Tactilo. Sino a una revisione della legge sulle lotterie soltanto il Tribunale federale può fare chiarezza in merito alla qualifica da dare a tali apparecchi.

Jean-Marie Jordan, Commissione federale delle case da gioco, T +41 31 323 12 05