La consigliera federale Widmer-Schlumpf ha partecipato alla festa per il completamento della struttura del padiglione svizzero all’EXPO 2010 di Shanghai

Comunicati, DFGP, 23.10.2009

Berna. Nel corso della sua visita in Cina, la consigliera federale Widmer-Schlumpf, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), ha preso parte oggi, come ospite d’onore, alla festa per il completamento della struttura del padiglione elvetico all’EXPO 2010 di Shanghai. Alla celebrazione ufficiale hanno assistito anche rappresentanti delle autorità cinesi dell’EXPO 2010. Tra gli oltre duecento invitati era presente anche una delegazione di parlamentari svizzeri guidata dal consigliere nazionale Bruno Zuppiger.

La consigliera federale Widmer-Schlumpf ha sottolineato nel suo discorso l’importanza del tema conduttore dell’EXPO 2010 «Better City, Better Life» a fronte della sfida rappresentata da uno sviluppo urbano sostenibile. Il capo del DFGP ha trattato nella sua esposizione anche il tema secondario dell’EXPO, «Rural – Urban Interaction», a cui è dedicato anche il padiglione elvetico: «Gli Svizzeri sono pienamente consapevoli dei benefici derivanti da una stretta interazione tra aree urbane e rurali. Ciò non sorprende: la Svizzera è un Paese piccolo, montuoso, densamente popolato e con una solida tradizione rurale. È nostro dovere trovare un sistema sostenibile per proteggere e conservare il patrimonio naturale e contemporaneamente migliorare le condizioni di vita nelle aree urbane».

Dal punto di vista architettonico il padiglione elvetico, organizzato da DFAE / Presenza Svizzera, si presenta come un’opera ibrida, fatta di tecnica e natura, che gioca sulla fusione e l’equilibrio di «città» e «campagna». All’interno, un’esposizione interattiva presenta la forza innovativa del nostro Paese ed esempi svizzeri di interazione tra città e campagna. Il gran finale è costituito da un percorso in seggiovia della durata di circa quattro minuti fino al tetto del padiglione, a simboleggiare l’unione tra aree urbane e rurali.

La partecipazione all’EXPO 2010 costituisce sia un’opportunità per scambiare conoscenze sia un’importante piattaforma comunicativa per rafforzare in modo duraturo l’immagine della Svizzera in Cina, curare le relazioni esistenti e crearne delle nuove. Aziende svizzere, Cantoni e città hanno la possibilità di farsi conoscere.

Il completamento puntuale della struttura in acciaio chiude un’importante fase di costruzione per il padiglione svizzero, che ha visto l’utilizzo di 780 tonnellate di acciaio e 600 metri cubi di cemento su una superficie di 4 000 metri quadri. 132 pali interrati sostengono l’enorme costruzione in acciaio, per cui si attendono 15 000 visitatori al giorno.

L’EXPO 2010 si terrà dal 1° maggio al 31 ottobre 2010 a Shanghai. Con una superficie totale di 5,28 chilometri quadrati e 70 milioni di visitatori previsti sarà la più grande esposizione mondiale finora mai realizzata.

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto