Perseguimento penale a livello federale: concentrarsi su procedimenti complessi e dispendiosi

Comunicati, DFGP, 15.12.2006

Berna. Nel febbraio 2006 è stato istituito un gruppo di lavoro incaricato di analizzare la situazione del perseguimento penale sul piano federale. Dopo che, nel settembre 2006, il gruppo di lavoro ha presentato il suo rapporto, è stato deciso come procedere. In un primo tempo un gruppo di progetto presenterà un rapporto particolareggiato, e in seguito si passerà alla fase di attuazione. Il nuovo approccio, che permetterà di rendere più efficiente il perseguimento penale a livello federale e garantire la legalità, sarà in vigore a partire dal 1° gennaio 2008. Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha approvato l’orientamento del DFGP, secondo cui occorre concentrarsi su procedimenti complessi e dispendiosi. Il responsabile del nuovo gruppo di progetto sarà il segretario generale del DFGP Walter Eberle, mentre la direzione sarà assicurata dal consigliere di Stato di Zugo Hanspeter Uster, che il 31 dicembre 2006 lascerà la carica in seno all’esecutivo cantonale.

Situazione iniziale – Analisi della situazione EffVor – Rapporto del gruppo di lavoro Uster
Nel dicembre 1999 il Parlamento ha approvato misure tese al miglioramento dell’efficienza e della legalità nell’ambito del perseguimento penale (il cosiddetto progetto Efficienza, EffVor). Alla Confederazione sono state conferite nuove competenze e concessi mezzi più importanti in ambito di perseguimento penale, sottoposto in linea di principio alla sovranità cantonale. Nell’ambito del programma di sgravio 03 si è deciso di interrompere questo potenziamento e di sospenderlo fino alla fine del 2006. Con questo progetto entro la fine del 2005 sono stati creati 577 posti di lavoro.

Per elaborare un’analisi esaustiva della situazione e formulare proposte concrete sul modo di procedere, nel febbraio 2006 il DFGP ha istituito un gruppo di progetto, che ha presentato un rapporto nel settembre 2006 («rapporto Uster»). Il rapporto rileva che il perseguimento penale al livello della Confederazione sostanzialmente funziona, ma evidenzia anche la necessità di apportare miglioramenti e varianti, da studiare nel contesto dell’evoluzione del progetto EffVor.

Inchiesta amministrativa
In seguito a diverse reazioni critiche dell’opinione pubblica e all’individuazione di carenze nella direzione del Ministero pubblico della Confederazione, il capo del DFGP ha ordinato un’inchiesta amministrativa in seno a tale autorità. Tale inchiesta si è conclusa con la presentazione del «rapporto Lüthi», che ha rilevato la necessità di agire a livello di Ministero pubblico della Confederazione e sul piano della collaborazione tra i diversi attori del perseguimento penale federale.

Orientamento e modo di procedere
Dopo aver analizzato i rapporti Uster e Lüthi, il DFGP è convinto che il modello 2 proposto dal rapporto Uster («concentrazione delle forze») sia la soluzione migliore al fine di rendere il perseguimento penale federale più efficace e conforme ai principi caratteristici dello Stato di diritto. Non si prevede né di potenziare né di smantellare EffVor: si tratta piuttosto di riorganizzare il progetto in modo mirato, così da far tesoro delle esperienze precedenti e colmare le lacune venute alla luce. Il gruppo di progetto presenterà un rapporto particolareggiato al DFGP, approfondendo l’orientamento scelto e tenendo conto delle conclusioni essenziali del rapporto Lüthi. Il modello 2 prevede che, nell’ambito delle sue competenze, la Confederazione si concentri su procedimenti penali complessi e dispendiosi, lasciando alle autorità di perseguimento penale cantonali i casi meno voluminosi. Queste saranno sgravate dai casi più complessi e dai procedimenti più difficili da condurre, soprattutto nel caso dei Cantoni più piccoli. Si garantisce così che ogni tipo di caso sia trattato dall’autorità in grado di occuparsene.

Il modello prescelto si concentra in primo luogo su:

  • terrorismo e finanziamento del terrorismo
  • casi complessi di criminalità organizzata e criminalità economica, compresa la corruzione
  • criminalità su Internet

e relativa assistenza giudiziaria, con i procedimenti penali che ne derivano.

Basandosi sulle conclusioni tratte dal gruppo di progetto, all’inizio dell’estate 2007 il DFGP presenterà un rapporto al Consiglio federale e formulerà eventualmente una proposta formale sul modo di procedere. Si prevede di terminare l’attuazione del progetto EffVor2 entro la fine del 2007.

Modello «Procuratore pubblico» e vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione
Una delle principali esigenze espresse dai rapporti Uster e Lüthi è l’introduzione il più rapidamente possibile del modello «Procuratore pubblico» e la conseguente soppressione dell’Ufficio dei giudici istruttori federali. Le relative basi legali sono costituite da un lato dalla nuova legge sull’organizzazione delle autorità, dall’altro dal nuovo Codice di diritto processuale penale svizzero, la cui entrata in vigore è prevista per il 1° gennaio 2010. Se non vi saranno ritardi nella procedura in Consiglio federale e in Parlamento, la trattazione della nuova legge sull’organizzazione delle autorità dovrebbe essere terminata entro la fine del 2008. L’Ufficio federale di giustizia esamina pertanto la possibilità di porre in vigore il Codice di diritto processuale penale (unicamente per la Confederazione, non per i Cantoni) e la legge sull’organizzazione delle autorità già per il 1° gennaio 2009. In questo modo, nell’ipotesi più favorevole, si potrebbe risolvere per l’inizio del 2009 il problema del doppio passaggio di testimone nel corso dell’istruzione preparatoria.

In questo contesto va segnalata anche la problematica relativa all’attuale vigilanza multipla sul Ministero pubblico della Confederazione. Il Consiglio federale ha emesso le prime decisioni in merito, incaricando il DFGP e l’Ufficio federale di giustizia di elaborare, entro la fine del 2007, proposte per una vigilanza unitaria sul Ministero pubblico della Confederazione, nell’ambito dei lavori legislativi riguardanti la legge sull’organizzazione delle autorità della Confederazione. Come detto, se non vi saranno ritardi in Consiglio federale o in Parlamento, tutto ciò potrà entrare in vigore il 1° gennaio 2009.

Contatto / informazioni
Informationsdienst EJPD, T +41 58 462 18 18, Contatto