Il Consiglio federale rivede l’ordinanza sull’introduzione della libera circolazione delle persone

Comunicati, DFGP, 02.11.2005

Berna, 02.11.2005. Alla sua seduta odierna, il Consiglio federale ha deciso la revisione parziale dell’ordinanza sull’introduzione della libe-ra circolazione delle persone (OLCP). La revisione parziale avviene in seguito all’estensione dell’Accordo di libera circolazione delle perso-ne concluso nel 1999 tra la Svizzera e la CE ai dieci nuovi Stati mem-bri dell’UE.

A decorrere dall’entrata in vigore dell’estensione dell’Accordo di libera cir-colazione delle persone (mediante protocollo relativo all’Accordo di libera circolazione delle persone), l’OLCP è valevole di principio anche per i citta-dini dei dieci nuovi Stati dell’UE. La regolamentazione transitoria per i citta-dini dei nuovi Stati dell’UE, tranne Malta e Cipro, diverge, per quel che con-cerne contenuto e durata, dal regime transitorio vigente per i cittadini dei vecchi Stati dell’UE, degli Stati dell’AELS nonché di Malta e Cipro. Per que-sto motivo occorre rivedere l’OLCP.

Questa modifica d’ordinanza entrerà in vigore parallelamente al protocollo relativo all’Accordo di libera circolazione delle persone nonché alle misure accompagnatorie rafforzate – fatta salva la ratifica tempestiva da parte del Consiglio dei Ministri dell’UE –, il 1° gennaio 2006.

Contatto / informazioni
Ufficio federale della migrazione, T +41 58 465 78 44, Contatto