Accordo di riammissione con l'Armenia

Comunicati, DFGP, 30.10.2003

Berna, 30.10.2003. La consigliera federale Ruth Metzler-Arnold ha incontrato oggi a Berna il ministro armeno degli affari pubblici, Hovik Abrahamian. I due ministri hanno firmato l'accordo di riammissione e di transito approvato dal Consiglio federale lo scorso 16 maggio.

Circa tre anni fa la Svizzera ha intavolato insieme ad altri Stati occidentali un dialogo regionale sulla migrazione con gli Stati del Caucaso meridionale (il cosiddetto "Cluster Process"). All'origine di tale dialogo vi è il crescente numero di richiedenti l'asilo provenienti da questa regione. L'area della CSI assume un ruolo viepiù importante come territorio di transito per i migranti e i rifugiati provenienti da Afghanistan, Iran e Iraq.

Accordo con un altro Stato della CSI

La collaborazione nel settore della migrazione tra la Svizzera e gli Stati della CSI dà i suoi primi frutti. Nel mese di luglio di quest'anno la Svizzera ha firmato un accordo di riammissione con l'Ucraina. Un accordo di riammissione con il Kirghizistan è entrato in vigore lo scorso mese. L'accordo di riammissione e di transito concluso con l'Armenia, importante Paese di provenienza e di transito della CSI, pone ora su base contrattuale la gestione del ritorno delle persone senza dimora autorizzata in Svizzera.

Programma di reinserimento per i richiedenti armeni

Oltre alla firma dell'accordo di riammissione e di transito, nell'incontro di oggi si concorderanno anche le basi per un programma di reinserimento. Tale programma si propone di promuovere con un sostegno concreto a livello economico e sociale il reinserimento duraturo dei richiedenti armeni.

L'Ufficio federale dei rifugiati mira inoltre prossimamente a intavolare negoziati per la conclusione di accordi di riammissione con gli Stati limitrofi dell'Armenia, segnatamente con la Georgia.

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto