Trasferimento in qualità di teste di persone detenute

Una persona detenuta può essere temporaneamente trasferita all’estero in qualità di teste o per un confronto nell’ambito di un procedimento penale estero. Lo Stato estero è tenuto a mantenere tale teste in stato di detenzione e a riconsegnarlo allo Stato di provenienza una volta scaduto il termine pattuito. È possibile rifiutare un trasferimento in particolare se il detenuto non vi acconsente o se tale trasferimento prolungherebbe la detenzione oppure ostacolerebbe lo svolgimento di un procedimento penale in Svizzera.

Se una persona detenuta deve essere ascoltata in qualità di prevenuto in un procedimento penale estero, ciò può avvenire unicamente nell’ambito di una procedura d’estradizione.

Se la comparsa della persona detenuta dinanzi all’autorità dello Stato estero non è opportuna o possibile, essa può, se del caso, essere ascoltata per videoconferenza.