Autorità parentale

Revisione del Codice civile e del Codice penale

Di che cosa si tratta?

Per svilupparsi armoniosamente il bambino ha bisogno di mantenere, nella misura del possibile, legami stretti con entrambi i genitori. Nell’interesse dei figli l’autorità parentale congiunta deve perciò divenire la regola, anche in caso di genitori divorziati o non coniugati. L’autorità parentale potrà essere attribuita a un solo genitore unicamente se la salvaguardia degli interessi del figlio lo impone. Al centro vi è il bene del bambino. Un bambino non ha tuttavia solamente il diritto d'intrattenere strette relazioni con ciascun genitore. Ha anche il diritto a cure ed educazione organizzate in maniera chiara e affidabile nonché a una sicurezza finanziaria. Per questo motivo un secondo progetto tratterà anche questioni alimentari. Così come l'autorità parentale, anche il diritto concernente il mantenimento e la cura dei figli va disciplinato in modo tale che un bambino non abbia a subire pregiudizio a causa dello stato civile dei genitori.

Cos’è stato fatto finora?
  • Il 28 gennaio 2009 il Consiglio federale invia in consultazione una revisione del Codice civile (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 16 dicembre 2009 il Consiglio federale prende atto dei risultati della procedura di consultazione ed incarica il DFGP di elaborare un messaggio (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 12 gennaio 2011 il capo del DFGP informa il Consiglio federale il Consiglio federale che il progetto concernente l’autorità parentale congiunta ridisciplinerà anche questioni legate ai contributi di mantenimento (comunicato per i media comunicato per i media).
  • II Consiglio federale privilegia un approccio graduale, come illustra il 25 maggio 2011 rispondendo a una mozione della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale. Prevede di sancire dapprima l’autorità parentale congiunta, per poi disciplinare il diritto in materia di alimenti e di custodia (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 16 novembre 2011 il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente l’autorità parentale congiunta (comunicato per i media comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari Deliberazioni parlamentari (11.070)
     
  • Il 29 novembre 2013 il Consiglio federale decide di fissare l’entrata in vigore delle nuove disposizioni del Codice civile concernente l’autorità parentale congiunta. Allo scopo adotterà anche le necessarie modifiche delle ordinanze esecutive (comunicato per i media comunicato per i media).

Documentazione

Testo sottoposto a referendum
Contatto / informazioni
Debora Gianinazzi, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 322 47 83, Contatto