Dipartimento federale di giustizia e polizia

Migliorata la collaborazione internazionale in materia di protezione dei minori

La Svizzera firma la Convenzione sulla protezione dei minori

Comunicati, DFGP, 02.04.2003

L'Aia/Berna, 2.4.2003. Nel settore della protezione dei minori la Svizzera mira ad una più stretta e intensa collaborazione internazionale. Martedì sera Monique Jametti Greiner, vicedirettrice dell'Ufficio federale di giustizia (UFG), ha firmato all'Aia, in nome della Svizzera, la Convenzione sulla protezione dei minori della Conferenza internazionale dell'Aia di diritto internazionale privato.

Con la Convenzione sulla protezione dei minori del 1996 la Conferenza dell'Aia prosegue una lunga tradizione nell'ambito dell'elaborazione di strumenti multilaterali per la protezione dei minori come ad esempio la Convenzione dell'Aia sui rapimenti del 1980 o la Convenzione dell'Aia sull'adozione del 1993. La Convenzione sulla protezione dei minori intende evitare conflitti giuridici tra le autorità degli Stati contraenti quando prendono misure per la protezione della persona o dei beni del minore, quali ad esempio l'attribuzione, la revoca e il trasferimento dell'autorità parentale o la decisione sulla tutela o sulla curatela. Di norma incombe alle autorità dello Stato ove soggiorna abitualmente il minore prendere siffatti provvedimenti. La Convenzione intende inoltre disciplinare in modo possibilmente esaustivo il diritto procedurale e il diritto internazionale privato in materia di protezione dei minori.

La Convenzione sulla protezione dei minori permette segnatamente di dare una risposta ai seguenti quesiti:

  • quale tribunale è competente per prendere o modificare misure di protezione del minore?
  • in tali casi quale diritto è applicabile?
  • quali condizioni vanno osservate affinché siano garantiti il riconoscimento internazionale e l'esecuzione di misure estere?
  • in quali casi i tribunali e le autorità degli Stati contraenti sono obbligati a collaborare e secondo quali modalità?

Autorità centrali nazionali

La Convenzione sulla protezione dei minori sostituisce il Trattato dell'Aia del 1961 concernente la competenza delle autorità e la legge applicabile in materia di protezione dei minorenni. Rispetto allo strumento precedente, la nuova Convenzione estende decisamente la collaborazione internazionale delle autorità e l'assistenza giudiziaria reciproca. A tal fine in tutti gli Stati contraenti vengono istituite autorità centrali nazionali. La collaborazione tra tali autorità garantisce la trasmissione transfrontaliera di informazioni sul piano internazionale nonché lo scambio reciproco di pareri, promuovendo nel contempo a livello nazionale il coordinamento tra le autorità competenti per la protezione dei minori.

Alla Convenzione sulla protezione dei minori - all'elaborazione della quale la Svizzera ha partecipato attivamente - hanno sinora aderito sette Stati; due ulteriori Stati l'avevano già sottoscritta in precedenza. Oltre che dalla Svizzera, la Convenzione è stata ieri sottoscritta anche dagli Stati membri dell'UE (ad eccezione dei Paesi Bassi, che vi hanno aderito in precedenza) e dall'Australia.

Il testo della Convenzione sulla protezione dei minori n. 34 (titolo completo: Convenzione concernente la competenza delle autorità, la legge applicabile, il riconoscimento, l'esecuzione e la collaborazione in materia di responsabilità parentale e le misure per proteggere i minorenni) può essere consultato sul sito web della Conferenza dell'Aia di diritto internazionale privato http://www.hcch.net.

Contatto / informazioni
Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 77 88, Contatto