Dipartimento federale di giustizia e polizia

Contestato l'indirizzo della revisione della legge sulle lotterie

Il Consiglio federale prende conoscenza dei risultati della consultazione

Comunicati, DFGP, 20.08.2003

Berna, 20.08.2003. Mercoledì, il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della consultazione. La necessità di sottoporre a revisione la legge sulle lotterie, che risale a 80 anni fa, è riconosciuta. In sede di consultazione, tuttavia, l'avamprogetto di revisione della legge sulle lotteria ha riscontrato nella maggioranza pareri contrastanti. Le risposte delle cerchie consultate vanno dal mantenimento del monopolio cantonale sulle lotterie all'apertura del mercato nel settore delle lotterie. Entro la fine del 2003, il DFGP sottoporrà al Consiglio federale proposte per l'ulteriore modo di procedere.

Gli obiettivi del progetto di legge, elaborato da una commissione peritale composta di rappresentanti della Confederazione e dei Cantoni, sono stati accolti favorevolmente dalle cerchie consultate: la revisione si prefigge, da una parte, di garantire uno svolgimento corretto e trasparente delle lotterie e delle scommesse e, dall'altra, di proteggere la società dalle conseguenze nocive dei giochi. I benefici netti dei giochi devono inoltre continuare ad essere destinati a progetti di utilità pubblica e di beneficenza.

La maggioranza dei partecipanti alla consultazione si è detta favorevole al mantenimento della competenza dei Cantoni di ripartire le risorse finanziarie provenienti dai fondi delle lotterie e scommesse, all'istituzione di un'autorità centrale competente in materia di rilascio delle autorizzazioni e di vigilanza dei grandi organizzatori e all'innovazione proposta nell'ambito dell'imposizione delle vincite (passaggio dall'imposizione preventiva all'imposizione alla fonte).

Monopolio o apertura del mercato

Sono, invece, stati contestati alcuni punti importanti del progetto di legge; le critiche si presentano diametralmente opposte a causa delle aspettative - totalmente divergenti tra loro - dei vari partecipanti nei confronti della nuova legge sulle lotterie.

La Conferenza dei direttori cantonali competenti in materia di lotterie, i Cantoni e le due grandi società di lotterie (Interkantonale Landeslotterie e Loterie Romande) si sono impegnati con fermezza per il mantenimento dello status quo (monopolio cantonali nel settore delle lotterie) e si sono espressi contro un'apertura limitata a favore di nuovi grandi organizzatori. Tali cerchie chiedono inoltre di rinunciare alla fissazione di criteri severi per quanto riguarda l'impostazione dei giochi (quota massima di distribuzione), di ridurre l'aliquota dell'imposta federale e di non assoggettare gli organizzatori di lotterie e scommesse alla legge sul riciclaggio di denaro.

Le associazioni mantello (Unione svizzera degli imprenditori, economiesuisse, Unione sindacale svizzera), le istituzioni di soccorso, le organizzazioni ambientali nonché il ramo degli apparecchi automatici da gioco chiedono, per contro, un'apertura del mercato. Questa cerchia critica l'avamprogetto di legge perché di fatto consolida il monopolio sulle lotterie e quindi favorisce unicamente i Cantoni e le due grandi società di lotterie da essi controllate.

Ulteriore modo di procedere

Entro la fine del 2003, il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) sottoporrà al Consiglio federale proposte sull'indirizzo della revisione della legge sulle lotterie.

Contatto / informazioni
Luzius Mader, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 322 41 02, Contatto