Primo caso di estradizione alla Serbia

Comunicati, UFG, 30.09.2003

Berna, 30.9.2003. Venerdì scorso la Svizzera ha provveduto a estradare un serbo di nascita alla Repubblica di Serbia che si è imbarcato venerdì sera a Zurigo per Belgrado accompagnato da due agenti di polizia serbi.

La persona estradata era stata arrestata il 13 maggio 2003 nel Canton Zurigo e posta in stato di arresto provvisorio in vista d’estradizione. L’arresto era avvenuto in seguito a una domanda di arresto e d’estradizione inoltrata il 29 aprile 2003 all’Ufficio federale di giustizia (UFG) dall’Ambasciata di Serbia e Montenegro a Berna. La domanda si fondava su una sentenza giudiziaria pronunciata nei confronti di questa persona dalla Corte suprema della Serbia il 30 settembre 1999. Nella sentenza, il serbo di nascita veniva condannato a sei anni di carcere per ripetuta violenza carnale e coazione sessuale. Dal 15 settembre 1996 al 5 luglio 1999 egli stava scontando la pena in un carcere della Serbia nel quale non era più rientrato dopo un finesettimana di congedo.

Contro l’estradizione l’interessato ha interposto un ricorso di diritto amministrativo. Con decisione del 15 settembre 2003 il Tribunale federale respingeva il ricorso e nel contempo approvava la decisione d’estradizione dell’UFG.

Le estradizioni tra Svizzera e Serbia si fondano sulla Convenzione europea di estradizione che la giovane Repubblica di Serbia ha ratificato alla fine del 2002. Nel caso della consegna di venerdì scorso si tratta della prima estradizione della Svizzera alla Serbia.

Contatto / informazioni
Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 77 88, Contatto