Dipartimento federale di giustizia e polizia

Un unico casellario giudiziale centrale e informatizzato

Il Consiglio federale pone in vigore la base legale e l'ordinanza

Comunicati, DFGP, 01.12.1999

A partire dal 1° gennaio 2000 i casellari giudiziali tenuti manualmente presso Confederazione e Cantoni saranno sostituiti da un unico casellario giudiziale informatizzato (VOSTRA). Mercoledì, il Consiglio federale ha infatti deciso l'entrata in vigore a tale data della base legale e dell'ordinanza sul casellario giudiziale informatizzato.

Il casellario giudiziale dell'Ufficio federale di polizia (UFP) è già informatizzato in parte. I dati concernenti sentenze penali di 540'000 persone sotto forma di circa 700'000 documenti nonché domande di estratti del casellario giudiziale per procedure penali sono attualmente gestiti elettronicamente. I documenti continuano tuttavia ad essere archiviati sotto forma cartacea; anche lo scambio di dati con le autorità avviene tuttora per posta. Grazie a "VOSTRA" la gestione degli estratti di sentenze rispettivamente del casellario giudiziale e lo scambio di dati con altri servizi della Confederazione e dei Cantoni non avverrà più su carta, ma bensì per posta elettronica. L'informatizzazione apporta una razionalizzazione dei lavori di tutti i servizi coinvolti, migliora le prestazioni a favore delle autorità della giustizia penale e garantisce una maggiore attualità dei dati trattati.

Iscrizione delle sentenze entro due settimane

Il trattamento dei dati personali degni di particolare protezione contenuti nel casellario giudiziale necessita secondo la legge sulla protezione dei dati di una base legale formale (art. 359-364 Codice penale), la quale è stata licenziata dal Parlamento durante la sessione estiva. Il Consiglio federale ha regolato i particolari nell'ordinanza sul casellario giudiziale. L'ordinanza designa le autorità che partecipano a "VOSTRA". Oltre alle autorità autorizzate a iscrivere o richiamare on line dati dal sistema, vi sono anche autorità senza allacciamento on line che per il tramite di un servizio di coordinamento cantonale possono trasmettere dati per l'iscrizione nel casellario giudiziale o richiedere un estratto dello stesso. L'ordinanza stabilisce, inoltre, che le autorità possono richiamare soltanto i dati di cui necessitano per adempiere i loro compiti legali. Le autorità sono ora tenute a iscrivere le sentenze nel sistema entro due settimane dalla data in cui la sentenza è cresciuta in giudicato.

L'informatizzazione del casellario giudiziale nulla cambia all'obbligo d'iscrizione. Anche in futuro si dovrà iscrivere tutte le persone condannate in Svizzera a una pena privativa della libertà e in taluni casi a una multa. Alle medesime condizioni saranno iscritte anche le persone condannate all'estero. Modifiche al diritto materiale relativo al casellario giudiziale (fatti soggiacenti all'obbligo d'iscrizione, termini per la cancellazione o l'eliminazione) sono previste nell'ambito della revisione della Parte generale e del libro terzo del Codice penale. Dopo il licenziamento da parte del Parlamento di detto progetto occorrerà modificare in tal senso l'ordinanza sul casellario giudiziale.

Berna, 1° dicembre 1999

Contatto / informazioni
Ufficio federale di giustizia, Contatto