Dipartimento federale di giustizia e polizia

Il Consiglio federale è favorevole a misure urgenti per lo sgravio del Tribunale federale

Comunicati, DFGP, 05.10.1999

Parere del Consiglio federale in merito a un'iniziativa parlamentare delle Commissioni degli affari giuridici del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati

Nel corso della seduta di lunedí il Consiglio federale ha espresso il suo parere sull'iniziativa parlamentare con la quale si vorrebbe sgravare, con misure puntuali, Tribunale federale e Tribunale federale delle assicurazioni (TFA), in attesa dell'entrata in vigore della nuova legge sul Tribunale federale. Essa propone fra l'altro l'abolizione della richiesta dell'unanimità nella procedura per la circolazione degli atti, l'abrogazione completa delle cause dirette nell'amministrazione della giustizia civile, la limitazione della legittimazione del danneggiato a ricorrere per cassazione, la creazione di una commissione di ricorso per le controversie in materia di responsabilità della Stato e l'aumento del numero dei giudici presso il TFA. Il TFA dovrà inoltre, in casi di litigi su prestazioni delle assicurazioni sociali, essenzialmente esaminare soltanto se c'è una violazione del diritto. Nell'accertamento della fattispecie da parte dell'istanza giudiziaria inferiore il TFA è vincolato se tale accertamento non è né incompleto né chiaramente scorretto e neanche si basa su una violazione di disposizioni procedurali essenziali. Un'analoga prescrizione esiste già da molto tempo per il Tribunale federale. Sono le commissioni degli affari giuridici di ambo le Camere ad aver elaborato questa iniziativa su proposta dei due Tribunali.

Accordo di principio

Il Consiglio federale approva, in linea di principio, le proposte delle Commissioni degli affari giuridici. Esso chiede tuttavia il rifiuto della modifica secondo la quale il Tribunale federale potrebbe decidere anche per la circolazione degli atti nel caso in cui non c'è unanimità fra i giudici partecipanti. Il Consiglio federale ritiene che l'ipotesi di un eventuale abbandono della tradizione delle deliberazioni pubbliche deve essere analizzata, nell'ambito dell'elaborazione della nuova legge sul Tribunale federale, quando le discussioni verteranno sul ruolo e i compiti della Corte suprema in un contesto più ampio.
Il Consiglio federale è ancora abbastanza scettico in merito all'efficacia delle misure proposte. L'elezione di due giudici supplementari del TFA e l'abolizione della prescrizione che conferisce al TFA un potere d'esame più ampio di quello del TF rappresentano già di per sé uno sgravio considerevole dei compiti.

Il Consiglio federale punta sulla revisione totale dell'organizzazione giudiziaria

Il Consiglio federale è del parere che solamente la revisione totale dell'organizzazione giudiziaria potrà porre rimedio in modo duraturo al continuo sovraccarico del Tribunale federale e del TFA. I lavori di questa revisione totale sono in pieno corso sia a livello costituzionale che legislativo. Le Camere federali dovrebbero mandare in porto la riforma della giustizia, nell'ambito della riforma costituzionale, ancora quest'anno. La votazione popolare è prevista per l'anno prossimo come pure una prima stesura del messaggio relativo alla legge sul Tribunale federale e sulle istanze giudiziarie federali inferiori.

Berna, 5 ottobre 1999

Contatto / informazioni
Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 77 88, Contatto