Legge sui giochi in denaro

Parole chiave: Gioco in denaro

Articolo costituzionale sui giochi in denaro e legge federale sui giochi in denaro

Di che cosa si tratta?

La nuova legge sui giochi in denaro attua l’articolo costituzionale sui giochi in denaro, approvato dal Popolo e dai Cantoni l’11 marzo 2012, e sostituisce la legge del 18 dicembre 1998 sul gioco d’azzardo e sulle case da gioco e quella dell’8 giugno 1923 concernente le lotterie e le scommesse professionalmente organizzate. Autorizza giochi in linea, quali poker, black jack o roulette, se offerti da case da gioco con sede in Svizzera. Ammette inoltre, previa autorizzazione, anche piccoli tornei di poker al di fuori delle case da gioco. Mantiene i contributi destinati all’AVS e all’AI nonché a scopi d’utilità pubblica. Contro la nuova legge diverse organizzazioni hanno lanciato il referendum. Nella votazione del 10 giugno 2018 il Popolo ha accettato la nuova legge sui giochi in denaro. Le nuove disposizioni entreranno probabilmente in vigore il 1° gennaio 2019.

Cos’è stato fatto finora?

  • Il 10 settembre 2009 l’iniziativa popolare "Per giochi in denaro al servizio del bene comune" è depositata in Cancelleria federale, con 170 101 firme valide.
  • Il 24 marzo 2010 il Consiglio federale prende la decisione di principio di proporre al Parlamento di respingere l’iniziativa popolare. Con un controprogetto diretto accoglierà tuttavia le richieste formulate nell’iniziativa, eliminandone al contempo le imperfezioni (comunicato per i media).
  • Il 20 ottobre 2010 il Consiglio federale licenzia il messaggio l'iniziativa popolare "Per giochi in denaro al servizio del bene comune" (comunicato per i media).

Documentazione

Iniziativa popolare "Per giochi in denaro al servizio del bene comune"

(Questi documenti non sono disponibili in italiano)

Studio di diritto comparato sui giochi in denaro

Su incarico dell’Ufficio federale di giustizia, l’Istituto svizzero di diritto comparato ha realizzato uno studio che analizza la normativa sui giochi in denaro negli Stati limitrofi della Svizzera e in altri Stati europei. Lo studio del 2015 mostra che negli Stati analizzati non esiste un libero mercato dei giochi in denaro, bensì un sistema di autorizzazione, sorveglianza e controllo con regole chiare per l’accesso al mercato nazionale. Questi Stati pongono pertanto dei limiti al libero scambio di servizi valido nello Spazio economico europeo (SEE), motivandoli con l’interesse della collettività di prevenire i rischi legati ai giochi in denaro.

Per imporre anche in Internet le regole del proprio mercato nazionale dei giochi in denaro, molti Paesi ricorrono al blocco dell’accesso. Da uno sguardo all’attuale situazione risulta che 17 Paesi europei bloccano l’accesso a offerte in linea non autorizzate sul proprio mercato nazionale (cfr. Domande e risposte sulla legge sui giochi in denaro). In tal modo proteggono anche gli interessi delle imprese titolari di un’autorizzazione nazionale, che rispettano le condizioni previste.

Domande e risposte sulla legge sui giochi in denaro
Studie: Verschiedene Aspekte der Regelung des Geldspielwesens
(Questo documento non è disponibile in italiano)

sulla legge sui giochi in denaro

sulla legge sui giochi in denaro. La pubblicazione elettronica dei risultati della procedura di consultazione avviene senza garanzia. Di carattere vincolante è solo un testo scritto su carta.

sulle ordinanze relative alla legge sui giochi in denaro. La pubblicazione elettronica dei risultati della procedura di consultazione avviene senza garanzia. Di carattere vincolante è solo un testo scritto su carta.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 10.06.2018

Contatto

Anne Benoît Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 53 62
Contatto