Dipartimento federale di giustizia e polizia

Allentato il divieto di registrare conversazioni telefoniche da parte degli interlocutori

In consultazione le proposte della Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati

Comunicati, DFGP, 20.03.2000

Su richiesta della Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati il Consiglio federale ha incaricato lunedí il Dipartimento federale di giustizia e polizia di indire una consultazione, con scadenza il 30 giugno 2000, su un complemento all'articolo 179quinquies del Codice penale. Oggetto della procedura è l'allentamento del divieto di registrare conversazioni telefoniche da parte degli interlocutori.

Stando al vigente diritto penale è punibile l'interlocutore che registra la conversazione telefonica senza l'assenso dell'altra persona. L'articolo 179quinquies CP, che prevede deroghe a questo principio, è diventato sempre piú una regola in seguito alla liberalizzazione del settore delle telecomunicazioni. Le registrazioni di conversazioni telefoniche da parte degli interlocutori potevano in definitiva essere continuamente giustificate con questa clausola d'eccezione che permetteva sino alla fine del 1997 registrazioni con attrezzature accessorie autorizzate dalle PTT. Una protezione efficace contro registrazioni telefoniche indesiderate o all'insaputa dell'altro utente non era quindi piú garantita. Nell'ambito della riveduta legge sulle telecomunicazioni la disposizione derogatoria dall'articolo 179quinquies è stata quindi redatta in modo molto piú restrittivo. Dall'inizio del 1998 la legge dichiara che è esente da pena soltanto chi registra chiamate d'emergenza a scopo d'assistenza, di salvataggio e di sicurezza.

Il 10 giugno 1998 il Consiglio degli Stati ha avallato l'iniziativa parlamentare del consigliere agli Stati Bruno Frick - la quale vorrebbe adeguare l'attuale articolo 179quinquies CP alle realtà e ai bisogni della vita sociale ed economica - incaricando la sua commissione degli affari giuridici di elaborare un avamprogetto. In questa sede è stato allora proposto di completare l'articolo con due altre eccezioni, non punibili. Cosí, oltre alla registrazione di chiamate d'emergenza a scopo d'assistenza, di salvataggio e di sicurezza, non è punibile anche quella fatta da parte dell'utente del collegamento utilizzato, sempreché gli altri interlocutori siano stati ben informati che le loro parole saranno registrate. Inoltre ciascun utente deve poter registrare conversazioni telefoniche in entrata sempreché questa possibilità risulti dagli elenchi degli utenti.

Berna, 20 marzo 2000

Contatto / informazioni
Ernst Gnägi, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 322 40 81, Contatto