L’UFG autorizza l’estradizione di Naser Orić in Bosnia e Erzegovina

Parole chiave: Estradizione

Comunicati, UFG, 25.06.2015

Berna. In data odierna, l’Ufficio federale di giustizia (UFG) ha autorizzato, con procedura semplificata, l’estradizione di Naser Orić in Bosnia e Erzegovina. Come d’uso, per motivi inerenti alla sicurezza e alla tutela della persona non si forniscono informazioni sul momento del trasferimento.

Naser Orić, l’ex comandante delle truppe bosniache musulmane nella regione di Srebrenica, era stato arrestato e incarcerato in vista d’estradizione il 10 giugno 2015 a Thonex GE, su ordine dell’UFG. L’ordine di carcerazione dell’UFG poggiava su una domanda d’arresto delle autorità serbe per crimini di guerra e contro l’umanità. Nell’audizione riguardante la domanda d’arresto, Orić ha dichiarato di opporsi all’estradizione alla Serbia. L’UFG ha pertanto invitato il Ministero della giustizia serbo a presentare una domanda formale d’estradizione, pervenuta all’UFG il 22 giugno.

Estradizione semplificata

Nel frattempo anche il Ministero della giustizia della Bosnia e Erzegovina ha chiesto l’estradizione di Orić al fine di poter proseguire il procedimento penale in corso nei suoi confronti per crimini di guerra contro la popolazione civile. Il 25 giugno, nel corso dell’audizione in merito a questa richiesta, Orić ha dato il suo consenso all’estradizione in Bosnia e Erzegovina. L’UFG ha pertanto potuto autorizzarla senza indugio con procedura semplificata. La rapida decisione è stata possibile perché, conformemente ai criteri fissati nella Convenzione europea di estradizione, l’UFG ha dato priorità alla domanda della Bosnia e Erzegovina. Infatti, i reati su cui si fondano le due domande d’estradizione sono stati commessi in Bosnia e Erzegovina e Orić è cittadino di questo Stato.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 25.06.2015

Contatto

Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 48 48
Contatto