Revisione dell’organizzazione giudiziaria federale conclusa con successo

Comunicati, Il Consiglio federale, 30.10.2013

Berna. Il Consiglio federale considera in gran parte riuscita la revisione totale della nuova organizzazione giudiziaria federale. Dal suo rapporto sui risultati complessivi, pubblicato mercoledì, emergono tuttavia un nuovo aumento del carico di lavoro del Tribunale federale e certe lacune giuridiche. Ha pertanto incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di elaborare un avamprogetto concernente le modifiche di legge proposte nel rapporto.

La revisione totale della nuova organizzazione giudiziaria federale, entrata in vigore all’inizio del 2007, ha introdotto una nuova organizzazione della giustizia, composta dal Tribunale federale, dal Tribunale amministrativo federale e dal Tribunale penale federale, nonché nuovi mezzi giuridici (ricorso unitario) e procedure. La riforma perseguiva tre obiettivi: sgravare efficacemente e durevolmente il Tribunale federale, migliorare la protezione giuridica e semplificare le procedure e le vie giudiziarie. La valutazione, svolta sull’arco di cinque anni, ha esaminato se tali obiettivi sono stati raggiunti.

Il Tribunale federale è gravato di compiti estranei – lacune nella protezione giuridica

La valutazione giunge alla conclusione che le importanti modifiche introdotte dopo l’entrata in vigore della riforma sono state attuate senza grandi difficoltà; la riforma è stata quindi ultimata con successo. Secondo il rapporto permangono tuttavia ancora due problemi: in primo luogo, dopo una temporanea fase di sgravio, negli ultimi tempi il Tribunale federale deve nuovamente far fronte a un aumento del suo carico di lavoro e si ritiene inoltre gravato da compiti che gli sono in parte estranei, perché è chiamato a giudicare casi irrilevanti e nel contempo non può trattare tutti i casi fondamentali. In secondo luogo, in alcuni ambiti vi sono ancora lacune nella protezione giuridica.

Misure legislative proposte

Per colmare le lacune costatate, il rapporto propone di attuare diverse misure legislative, quali la rielaborazione dell’elenco dei settori in cui è escluso il ricorso ordinario al Tribunale federale e la limitazione della cognizione del Tribunale amministrativo federale al controllo dell’applicazione del diritto e dei fatti, mentre il controllo dell’adeguatezza è mantenuto soltanto in determinati settori. Altre misure sono invece tese a migliorare e semplificare la protezione giuridica nell’ambito delle decisioni del Consiglio federale e dell’Assemblea federale, nonché quella del Tribunale federale in caso di controversie per violazione dei diritti politici in materia federale. Il Consiglio federale ha incaricato il DFGP di elaborare entro la fine del 2015 un avamprogetto concernente le modifiche di legge menzionate.

Il rapporto adempie la richiesta del postulato Pfisterer del 21 giugno 2007 che aveva invitato il Consiglio federale a esaminare l’efficienza della nuova organizzazione giudiziaria federale, a proporre le misure necessarie e a sottoporre al Parlamento valutazioni intermedie e un rapporto finale in merito.

Info complementari

Documenti

Link

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 30.10.2013

Contatto

Contatto / informazioni

Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 48 48
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina