Restituiti al Brasile 4,8 milioni di dollari

Parole chiave: Assistenza giudiziaria

Comunicati, UFG, 09.07.2013

Berna. Dando seguito a una domanda di assistenza giudiziaria inoltrata dal Brasile, la Svizzera restituisce al Paese sudamericano 4,8 milioni di dollari statunitensi. Si tratta degli averi di cui si erano indebitamente appropriati l’ex giudice brasiliano Nicolau Dos Santos Neto e la moglie. L’importo è stato trasferito in data odierna.

La magistratura ginevrina aveva già bloccato i beni dei coniugi Dos Santos Neto nel 1999 nel quadro di un procedimento penale cui è seguita una domanda di assistenza giudiziaria presentata dal Brasile nel 2000. In patria Nicolau Dos Santos Neto, ex presidente del Tribunale del lavoro di San Paolo, è stato riconosciuto colpevole di riciclaggio di denaro, appropriazione indebita di fondi pubblici, corruzione passiva e truffa in due procedimenti penali distinti. Dos Santos Neto aveva versato su un proprio conto a Ginevra il denaro in origine destinato alla costruzione di un nuovo tribunale.

Al termine della procedura penale svizzera, i beni trasferiti nel nostro Paese dall’ex giudice sono stati confiscati con sentenza emanata il 13 gennaio 2010 dal Tribunale di polizia del Cantone di Ginevra. I Dos Santos Neto avevano presentato ricorso al Tribunale federale, il quale tuttavia ha confermato le decisioni delle istanze precedenti con sentenza del 21 agosto 2012 dando così il via libera alla restituzione dei fondi.

L’importo di 4,8 milioni di dollari è stato recentemente trasferito alla Repubblica Federativa del Brasile. Il Tribunale federale ha inoltre ordinato un risarcimento pari a 2,1 milioni di dollari in favore del Brasile che Nicolau Dos Santos Neto dovrà versare al suo Paese.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 09.07.2013

Contatto

Ingrid Ryser Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 48 48
Contatto

Yves Bertossa, Pubblico ministero del Cantone di Ginevra, T +41 22 327 64 64