Sviluppo di Schengen nell’ambito della protezione dei dati

Il Consiglio federale ha approvato il recepimento di una nuova decisione quadro

Comunicati, DFGP, 14.01.2009

Berna. Mercoledì il Consiglio federale ha approvato il recepimento della decisione quadro UE sulla protezione dei dati personali trattati nell’ambito della cooperazione di polizia e giudiziaria. Nel contempo ha incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di elaborare un messaggio per le necessarie modifiche di legge.

La decisione quadro del Consiglio dell’UE del 27/28 novembre 2008 disciplina la protezione dei dati personali trattati nell’ambito della cooperazione di polizia e giudiziaria, e costituisce un ulteriore sviluppo dell’acquis di Schengen. È conforme ai principi della Convenzione per la protezione delle persone in relazione all’elaborazione automatica dei dati a carattere personale, e introduce disposizioni speciali, definendo in particolare gli scopi per i quali è possibile trattare i dati comunicati da uno Stato Schengen. Stabilisce inoltre le condizioni per la trasmissione dei dati a uno Stato terzo e prevede l’obbligo, per l’autorità competente, di informare la persona interessata – fatte salve alcune eccezioni – in merito al trattamento dei dati. Da un primo esame è risultato che l’attuazione della decisione quadro richiede l’adeguamento o la creazione di alcune disposizioni di legge svizzere.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 14.01.2009

Contatto

Contatto / informazioni

Monique Cossali Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 47 89
Contatto