Ricorso contro il villaggio turistico a Champéry

Comunicati, UFG, 03.07.2008

Berna. Oggi l’Ufficio federale di giustizia (UFG) ha inoltrato ricorso dinanzi al tribunale cantonale del Cantone del Vallese contro una parte del villaggio turistico pianificato a Champéry. Secondo l’autorità di vigilanza la realizzazione e la vendita a persone residenti all’estero di 51 appartamenti viola la Lex Koller. L’UFG non ha per contro impugnato la realizzazione di appartamenti destinati all’esercizio alberghiero.

A Champéry la società francese Les Maisons de Biarritz (MdB) intende realizzare un complesso alberghiero di 4 stelle composto di tre alberghi, un bagno termale e 15 chalet con 51 appartamenti. Tutti questi appartamenti sono destinati ad un esercizio alberghiero permanente. L’autorità cantonale di primo grado competente per l’applicazione della legge federale sull’acquisto di fondi da parte di persone all’estero, la cosiddetta Lex Koller, giudica conforme alla legge l’acquisto dei fondi necessari alla costruzione dell’intero complesso da parte della MdB nonché la successiva vendita di singoli appartamenti e di unità abitative a stranieri.

L’UFG riconosce l’apprezzamento giuridico dell’autorità cantonale d’autorizzazione secondo cui anche una singola unità d’abitazione in apparthotel può essere considerata uno stabilimento d’impresa ai sensi della Lex Koller e quindi venduta a una persona residente all’estero senza che sia necessaria un’autorizzazione e senza che venga computata nel contingente cantonale per abitazioni di vacanza. Una delle condizioni richieste a tal fine è che all’esercente spetti l’esercizio alberghiero duraturo di tali appartamenti che agli acquirenti stranieri non venga conferito il diritto di disporne a titolo esclusivo.

Non si tratta di stabilimenti d’impresa destinati all’esercizio alberghiero

L’UFG ha per contro interposto ricorso contro l’acquisto di fondi da parte della MdB per la realizzazione di 15 chalet con 51 appartamenti nel quartiere di Chavalet distanti circa 800 metri dai tre alberghi. Secondo l’UFG, vista la distanza tra questi appartamenti e i tre alberghi, il loro arredamento e la mancanza dell’infrastruttura alberghiera sul posto, i 51 appartamenti non possono più essere considerati stabilimenti d’impresa destinati all’esercizio alberghiero. Gli appartamenti potrebbero essere impiegati come abitazioni di vacanza indipendenti dall’albergo, in violazione della Lex Koller.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 03.07.2008

Contatto

Contatto / informazioni

Karsten Karau Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 41 63
Contatto