I costi dei salari suppletivi possono essere computati agli importi forfettari

Seconda decisione parziale del Consiglio federale sulle tariffe ospedaliere zurighesi

Parole chiave: Ricorsi | Mercato finanziario

Comunicati, DFGP, 02.06.2003

Berna, 02.06.2003. Mercoledì il Consiglio federale ha stabilito le tariffe per gli ospedali zurighesi che, in seguito alle azioni di parità salariale da parte del loro personale, hanno effettuato o devono ancora effettuare pagamenti suppletivi del salario. Ha così confermato la sua prima decisione parziale sul ricorso contro le tariffe ospedaliere zurighesi. Il Consiglio federale ha inoltre deciso che i costi derivanti dai pagamenti suppletivi di salario possono essere computati agli importi forfettari.

Il 1° gennaio 2000 il Governo del Cantone di Zurigo aveva deciso nuove tariffe ospedaliere per le prestazioni stazionarie obbligatorie. Contro tale decisione, la Verband Zürcher Krankenversicherer (VZKV; oggi: santésuisse Zürich-Schaffhausen) aveva presentato ricorso al Consiglio federale. La VKZV chiedeva di mantenere invariate le tariffe e le diarie giornaliere.

Il 27 giugno 2001 il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha sospeso la procedura di ricorso per gli ospedali che, in seguito ad azioni di parità salariale, avevano pagato salari suppletivi al loro personale. Il 19 dicembre 2001, con una prima decisione parziale, il Consiglio federale ha stabilito nuovamente le tariffe per tutti gli ospedali in base al grado di copertura dei costi del 46 per cento (vedi comunicato stampa DFGP del 20 dicembre 2001). Le nuove tariffe valevano però soltanto per gli ospedali che non pagano salari integrativi (ospedali cittadini di Triemli e Waid e ospedale di Bülach).

Nuovo calcolo degli importi forfettari

Ora, con una seconda decisione parziale, il Consiglio federale ha stabilito che tali tariffe sono applicabili con effetto retroattivo dal 1° gennaio 2000 a tutti gli ospedali e ha inoltre deciso che i costi derivanti dal pagamento di salari suppletivi al personale rientrano tra i costi computabili agli importi forfettari per il 2000. Ha così respinto il ricorso degli assicuratori malattia che rifiutavano una partecipazione ai costi. Il Consiglio federale non ha tuttavia aumentato gli importi forfettari nella misura richiesta dalla direzione sanitaria del Cantone di Zurigo e dagli ospedali e ha nuovamente calcolato suddetti importi.

Info complementari