Hariri estradato alla Svizzera

Parole chiave: Estradizione

Comunicati, UFG, 22.08.2003

Berna, 22.8.2003. In data odierna il Marocco ha estradato Hussein Hariri alla Svizzera. Il pirata dell’aria libanese è stato trasferito a Berna dopo essere giunto nel pomeriggio a Belp accompagnato da quattro funzionari di polizia svizzeri. .

L’8 settembre 2002 Hussein Hariri evase dal penitenziario di Plaine de l'Orbe nel Canton Vaud. Grazie alla collaborazione tra Ministero pubblico della Confederazione, Polizia giudiziaria federale e Polizia cantonale vodese, fu possibile rintracciare il fuggitivo e farlo arrestare il 23 dicembre 2002 dalle autorità marocchine.

Su incarico dell’Ufficio federale di giustizia (UFG), il 23 gennaio e il 28 febbraio 2003 la rappresentanza svizzera a Rabat consegnò al Ministero degli esteri marocchino la domanda formale d’estradizione. La domanda si fondava sulla decisione della Corte penale federale del 24 febbraio 1989 che condannava Hariri alla reclusione perpetua per assassinio, presa d’ostaggio e uso delittuoso di materie esplosive e altri reati minori, nonché su un mandato d’arresto del Ministero pubblico della Confederazione per presunti atti preparatori punibili e falsità in certificati. Le autorità marocchine hanno autorizzato l’estradizione sia per l’espiazione della reclusione perpetua sia per i reati imputati ad Hariri dal Ministero pubblico della Confederazione. L’autorità competente del Canton Ginevra deciderà se e quando entrerà in linea di conto una liberazione condizionale di Hariri.

Info complementari